Galleria foto

test

Galleria foto

Accesso all'area riservata

  1. Prima registrazione

    Nome e Cognome
    Indirizzo e-mail
    Password
    Ripeti password
  2. Hai dimenticato la password?
    Scrivi qui sotto il tuo indirizzo e-mail e clicca su Invia.

NEWSLETTER :: Registrazione

  1. Nome e Cognome
    Indirizzo e-mail
    Ente/Azienda
    Telefono
  2. Ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 del Codice in materia di protezione dei dati personali, ANCD garantisce il rispetto della disciplina in materia di protezione dei dati a carattere personale.

    I dati personali saranno utilizzati esclusivamente per lo svolgimento delle attività di relazione con l'Utente registrato e non saranno ceduti a terzi.

    In ogni momento è possibile rinunciare a ricevere la Newsletter di ANCD o chiedere la cancellazione, la modifica o l'aggiornamento dei dati personali, inviando una e-mail all'indirizzo ancd@ancd.it oppure cliccando sul link di rimozione automatica presente nelle singole comunicazioni.

13-02-2014 - Occorre più concorrenza per lo sviluppo del commercio

Presentata la nona edizione del Rapporto sulla legislazione commerciale.

 

Da dieci anni, le normative regionali non sono di incentivo allo sviluppo e alla modernizzazione del settore. Per questo Ancd chiede che nel dibattito sulla riforma del Titolo V si introduca anche il commercio, oltre a energia e turismo.

E’ stata presentata ieri a Milano, all’Urban center di Galleria Vittorio Emanuele II, la IX edizione del Rapporto sulla legislazione commerciale.

Per offrire un contributo alla riflessione sul ruolo e la funzione del commercio, Ancd Conad si è fatta promotrice della tavola rotonda “Problemi e prospettive del commercio in Italia a 10 anni dalla modifica del titolo V della Costituzione”, che ha fatto seguito alla presentazione del Rapporto da parte di Piero Cardile, responsabile legislazione e ufficio studi Ancd Conad.

Alla tavola rotonda sono intervenuti Maria Grazia Fantinelli, funzionario Sportello Unico Attività Produttive Comune di Milano, Ivano Ferrarini, direttore generale Conad Centro Nord; Anna Argentati, direttore aggiunto direzione Studi e analisi della legislazione Autorità garante della concorrenza e del mercato; Sergio Imolesi, segretario generale Ancd Conad; Giorgio Vittadini, presidente Fondazione per la Sussidiarietà; Angelo Ciocca, presidente IV Commissione Attività produttive e occupazione Regione Lombardia, coordinati da Roberto Ravazzoni, professore ordinario all’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.

Nel corso del dibattito sono emersi diversi temi di interesse relativi alla pianificazione, al pluralismo distributivo, ai modelli di filiera, ai maggiori poteri da attribuire alle Autorità di controllo indipendenti ed ai centri storici.

L’Ancd ha proposto una nuova politica di indirizzo e di raccordo da sottoporre alle istituzioni che dovrà:

1) contrastare  programmazioni che direttamente o indirettamente selezionino l'offerta;

2) eliminare barriere e vincoli nei nuovi mercati di interesse per la distribuzione commerciale;

3)  perseguire l'obiettivo di una normativa settoriale sostanzialmente uniforme nelle diverse aree del Paese;

4) rivedere ruolo e funzioni dei comuni e delle provincie;

5) Ripristinare le soglie dimensionali dei punti vendita definite dalla riforma Bersani del 1998;

6) Procedere con celerità alla semplificazione delle procedure autorizzative.

Galleria video

Ballarò / Liberalizzazioni (1)

Galleria foto

X Rapp. Legislazione
Nunzio Bibbò
“Noi Credevamo”
Iniziativa ADM