Galleria foto

test

Galleria foto

Accesso all'area riservata

  1. Prima registrazione

    Nome e Cognome
    Indirizzo e-mail
    Password
    Ripeti password
  2. Hai dimenticato la password?
    Scrivi qui sotto il tuo indirizzo e-mail e clicca su Invia.

NEWSLETTER :: Registrazione

  1. Nome e Cognome
    Indirizzo e-mail
    Ente/Azienda
    Telefono
  2. Ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 del Codice in materia di protezione dei dati personali, ANCD garantisce il rispetto della disciplina in materia di protezione dei dati a carattere personale.

    I dati personali saranno utilizzati esclusivamente per lo svolgimento delle attività di relazione con l'Utente registrato e non saranno ceduti a terzi.

    In ogni momento è possibile rinunciare a ricevere la Newsletter di ANCD o chiedere la cancellazione, la modifica o l'aggiornamento dei dati personali, inviando una e-mail all'indirizzo ancd@ancd.it oppure cliccando sul link di rimozione automatica presente nelle singole comunicazioni.

19-10-2010 - Segnalazione dell'Antitrust sul servizio per la fornitura di buoni pasto

 

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha inviato una segnalazione al Presidente del Consiglio dei Ministri e al Presidente della Conferenza Permanente per i Rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano per denunciare la scarsa concorrenza nel mercato italiano dei buoni pasto.
Secondo l’AGCM in considerazione delle caratteristiche del mercato italiano della fornitura dei buoni pasto e, in particolare, a fronte della struttura concentrata dello stesso in cui i primi quattro operatori rappresentavano nel 2009 quasi il 70% del mercato, la partecipazione congiunta di operatori, che singolarmente potrebbero partecipare alla gara, determina effetti restrittivi della concorrenza nel mercato, in quanto restringe la platea dei concorrenti con vantaggi per coloro che riescono a concludere strategie di cooperazione.
Inoltre, secondo l’AGCM, la prassi di aumentare le commissioni richieste agli esercenti per il rimborso del buono pasto potrebbe produrre effetti distorsivi nella concorrenza nella gara e peggiorare la qualità del servizio reso ai consumatori, sia in termini di revoca del convenzionamento da parte dell'esercizio convenzionato sia in termini di offerta del bene o servizio reso dall'esercizio convenzionato.
Per questo motivo, secondo l’Antitrust, i bandi di gara dovrebbero attribuire punteggi massimi all'offerta che prevede il rimborso del buono pasto più elevato da parte delle società di emissione all'esercizio convenzionato.
In conclusione l'Autorità ritiene che i bandi di gara dovrebbero attribuire punteggi massimi all'offerta che prevede il rimborso del buono pasto più elevato da parte delle società di emissione all'esercizio convenzionato. Tale previsione disincentiverebbe l'adozione di aumenti delle commissioni a favore delle società di emissione a danno degli esercenti e, da ultimo, dei consumatori.

 


Galleria video

Ballarò / Liberalizzazioni (1)

Galleria foto

X Rapp. Legislazione
Nunzio Bibbò
“Noi Credevamo”
Iniziativa ADM