Galleria foto

test

Galleria foto

Accesso all'area riservata

  1. Prima registrazione

    Nome e Cognome
    Indirizzo e-mail
    Password
    Ripeti password
  2. Hai dimenticato la password?
    Scrivi qui sotto il tuo indirizzo e-mail e clicca su Invia.

NEWSLETTER :: Registrazione

  1. Nome e Cognome
    Indirizzo e-mail
    Ente/Azienda
    Telefono
  2. Ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 del Codice in materia di protezione dei dati personali, ANCD garantisce il rispetto della disciplina in materia di protezione dei dati a carattere personale.

    I dati personali saranno utilizzati esclusivamente per lo svolgimento delle attività di relazione con l'Utente registrato e non saranno ceduti a terzi.

    In ogni momento è possibile rinunciare a ricevere la Newsletter di ANCD o chiedere la cancellazione, la modifica o l'aggiornamento dei dati personali, inviando una e-mail all'indirizzo ancd@ancd.it oppure cliccando sul link di rimozione automatica presente nelle singole comunicazioni.

27-09-2010 - Servizi di pagamento: Banca d'Italia emana disposizioni attuative del Titolo II del Decreto legislativo 11/2010

La Banca d'Italia ha emanato il provvedimento per la consultazione sui servizi di pagamento che reca misure attuative del Titolo II del Decreto legislativo n. 11 del 27 gennaio 2010 relativo ai diritti e gli obblighi delle parti di un'operazione di pagamento, entrate in vigore il 1 marzo 2010. Tali misure, emanate ai sensi dell'art. 31 del D.Lgs 11/2010, sono volte a fornire le indicazioni alle quali i prestatori e gli utilizzatori di servizi di pagamento debbono attenersi nell'applicazione della normativa primaria.

Il documento si articola in sette capitoli relativi ai seguenti profili:

1. disposizioni di carattere generale: contengono sia un inquadramento dell'intervento normativo sia le definizioni utilizzate nell'ambito del provvedimento;

2. ambito di applicazione: viene specificata la definizione di servizi di pagamento, anche fornendo chiarimenti sui servizi a cui il decreto non si applica. Tra questi ultimi rivestono particolare rilievo gli strumenti di pagamento a spendibilità limitata, ossia utilizzabili esclusivamente presso l'emittente, o per pagare una gamma limitata di beni o servizi;

3. spese: vengono enunciati i principi generali a cui i prestatori di servizi di pagamento dovranno attenersi e specificate alcune regole, tra le quali: la gratuità degli interventi volti a sanare errori intervenuti nell'esecuzione delle operazioni, la ripartizione delle spese tra pagatore e beneficiario, il divieto di detrarre le spese dagli importi trasferiti, il divieto di forme di tariffe implicite (ad esempio, la data valuta) che rendono opaco il mercato;

4. autorizzazione di operazioni di pagamento: viene richiamata l'attenzione sulla sicurezza dei servizi e degli strumenti di pagamento, specie quando questi si basano sull'utilizzo della tecnologia. In particolare viene rimarcata l'esigenza di tenere una condotta diligente nell'utilizzo di strumenti di pagamento in ambiente internet e quella dei prestatori di servizi di pagamento su un'adeguata gestione dei rischi connessi con le tecnologie;

5. esecuzione di un'operazione di pagamento: si forniscono indicazioni sui tempi di ricezione e di esecuzione di un ordine di pagamento con particolare riguardo ai pagamenti che richiedono un'operazione di conversione valutaria, ai pagamenti nei quali pagatore e beneficiario utilizzano lo stesso prestatore di servizi di pagamento, e ai pagamenti disposti in giornate non operative;

6. responsabilità: fornite precisazioni sull'esatta ripartizione di responsabilità tra i prestatori di servizi di pagamento coinvolti nell'esecuzione di un trasferimento di fondi e tra questi e gli utilizzatori. Di particolare importanza sono i chiarimenti sull'utilizzo del "codice identificativo unico", che rappresenta il riferimento esclusivo sulla base del quale i prestatori di servizi di pagamento devono eseguire le operazioni;

7. disposizioni transitorie e finali: viene effettuato un raccordo tra le misure di attuazione del Titolo II del decreto e le istruzioni di Vigilanza in materia di organizzazione e controlli interni rivolte alle diverse categorie di prestatori di servizi di pagamento vigilati.

Galleria video

Ballarò / Liberalizzazioni (1)

Galleria foto

X Rapp. Legislazione
Nunzio Bibbò
“Noi Credevamo”
Iniziativa ADM